DIAMANTI ARTIFICIALI. “LIGHTBOX” BY DE BEERS

Il diamante naturale, bello e prezioso, ci viene regalato dal lavoro della natura attraverso un lungo processo valorizzato poi dalla mano dell’uomo.

L’alternativa economica è data dal “diamante sintetico” prodotto in laboratorio con varie tecniche riconducibili essenzialmente a due: la sintesi a deposizione chimica di vapore (CVD) e la sintesi a elevata pressione e temperatura (HPHT).

Il mercato delle pietre prodotte in laboratorio sta registrando un interessante trend positivo, come tra gli altri afferma l’agenzia di stampa Bloomberg. La crescente richiesta pare sia dovuta a due ragioni: il prezzo e la difficoltà di distinguere tra diamanti veri e sintetici.

Il prezzo dei sitentici è chiaramente più basso, ma non bassissimo! Infatti il prezzo dei sintetici oscilla tra 15/20% e 30/40% in meno rispetto al prezzo dei diamanti veri. Ma grazie allo sviluppo dei processi di produzione ci si può aspettare un’ulteriore riduzione del prezzo dei sintetici, anche in tempi piuttosto brevi.

In merito alla difficoltà di distinzione tra veri e sintetici da parte degli acquirenti, la risposta è legata soprattutto alla fiducia che si ha in chi vende.Anche se la principale rassicurazione è data da un certificato che ne garantisce l’autenticità e che accompagna ogni diamante, a fare la differenza è la competenza di chi vende. Infatti vi sono studi che permettono di conoscere e distinguere i prodotti. Per esempio è noto che i diamanti sintetici attualmente in circolazione di solito non superano il peso di 1 carato.

Negli ultimi mesi la grande notizia è che la stessa De Beers ha lanciato la nuova linea “Lightbox“, rispondendo alla necessità di rispondere alle richieste del mercato e di competere con i grandi concorrenti Diamonds Foundry e New Diamond Technology.

La nuova linea Lightbox per ora propone gioielli poco impegnativi, soprattutto piccoli anelli, a prezzi ridotti del 30/40% rispetto ai gioielli realizzati con diamanti veri.

 

Quel che è certo è che si tratta di un mercato in forte evoluzione e senza dubbio da monitorare nei prossimi mesi, considerato che la grande De Beers da sempre garanzia di certezza nel mondo dei diamanti ha adottato una strategia di differenziazione del prodotto, proponendosi in un segmento di mercato che fino a poco tempo fa snobbava del tutto.

Se ti incuriosisce la produzione dei diamanti sintetici ti suggerisco la visione di questo video

 

© 2018 Stefania Chionna

Hits: 367